Privacy Policy

Francia, marea popolare anti-Macron: 250mila in piazza in 80 città

Sono 250mila le persone scese in piazza in tutta la Francia oggi per manifestare contro le politiche di Emmanuel Macron. Lo ha reso noto la Cgt, la confederazione sindacale francese, secondo la quale a Parigi stanno manifestando 80mila persone. Molto più ridotte le cifre fornite dalla prefettura di Parigi che parla di 21mila manifestanti. Inoltre la prefettura ha reso noto che sono state fermate 35 persone, la vetrina di una compagnia di assicurazioni è stata spaccata ed un poliziotto è rimasto lievemente ferito dal lancio di un oggetto. È partito verso le 14,30 dalla gare dell’Est il corteo parigino della “marea popolare”, la mobilitazione indetta per questo pomeriggio in ottanta città francesi da 60 sigle sindacali, politiche e di associazioni della sinistra radicale contro le politiche di Macron. Secondo quanto riporta il sito di Le Figarosi sono già registrate alcune tensioni tra i dimostranti ed e la polizia. E la prefettura di Parigi ha reso noto che una ventina di persone sono state fermate a seguito di controlli prima ancora della partenza del corteo. Sono in tutto ottanta le manifestazioni contro la politica del presidente francese, annunciate per questo pomeriggio in tutta la Francia. Sarà una “marea popolare” annunciano gli organizzatori della protesta, che riunisce oltre 60 sigle sindacali, politiche e di associazioni della sinistra radicale. La prefettura ha varato un severo dispositivo di sicurezza. Principale novità della protesta, rispetto al marcia per “fare la festa a Macron” organizzata il 5 maggio dal deputato di France Insoumise Francois Ruffin, è la presenza dei sindacati, in prima fila la Cgt. Il nascente movimento, notano i giornali francesi, è segnato dalla rivalità personale fra le due figure più in vista, il capo della Cgt Philippe Martinez e il leader di France Insoumise Jean Luc Melenchon. Per il momento i due marceranno divisi, il primo a Parigi e il secondo a Marsiglia, città di cui è deputato.

Fonte Il secolo d’Italia 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: