Privacy Policy

Lo Yemen ripudia il silenzio delle Nazioni Unite di fronte ai crimini dell’Arabia Saudita

Le Nazioni Unite sono complici dei crimini della “coalizione saudita-americana” per non aver condannare le azioni brutali di Riad e dei suoi alleati contro il popolo yemenita, ha denunciato Abdul Salam Jaber, portavoce del governo di Salvezza Nazionale dello Yemen.

Questa mattina è stato citato dal canale televisivo locale Al Masirah, Jaber ha sottolineato in particolare i crimini commessi contro i prigionieri yemeniti nelle carceri segrete negli Emirati Arabi Uniti (EAU), alleato di Riad nella loro aggressione contro il paese più povero del mondo arabo.

In un articolo pubblicato mercoledì scorso dall’agenzia di stampa statunitense Associated Press (AP) è stato rivelato che ufficiali dell’esercito degli Emirati Arabi Uniti hanno commesso moltiabusi sessuali sui detenuti yemeniti in circa 18 prigioni nascoste, che si trovano nella città portuale di Aden, nel sud dello Yemen.

“Se l’Organizzazione delle Nazioni Unite e le sue organizzazioni dipendenti non avessero mantenuto il silenzio, questi atti di aggressiione non sarebbero continuati”, ha spiegato Jaber.

Il portavoce yemenita ha anche avvertito della situazione umanitaria in Yemen, peggiorata a causa degli attacchi da parte della coalizione Saudita contro la città strategica di Al-Hudaydah, la principale fonte di reddito per le importazioni sul suolo yemenita degli aiuti umanitari come cibo, medicine.

L’offensiva saudita contro Al-Hudaydah potrebbe mettere in pericolo la vita di 250.000 yemeniti, e a rischiare di morire 11 milioni di bambini del paese arabo, secondo l’ONU.

Da marzo 2015, il regime saudita e i suoi alleati svolgono una campagna militare brutale contro lo Yemen, utilizzando vari tipi di armi, comprese quelle proibite a livello internazionale, con l’obiettivo di ripristinare l’ex presidente yemenita ofuggitivo, Abdu Rabu Mansur Hadi, e combattere contro il movimento popolare yemenita Ansarullah.

via L’Antidiplomatico

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: