Privacy Policy

La Siria denuncia il sanguinoso piano del “Nuovo Medio Oriente” degli Stati Uniti

“(Gli Stati Uniti) hanno minato la sicurezza e la stabilità di diversi Stati, ma non sono riusciti a raggiungere i loro obiettivi in ??Siria nonostante lo spargimento di sangue di innocenti siriani, la distruzione di infrastrutture e la fornitura di ingenti somme di denaro (…)” , ha denunciato ieri il rappresentante siriano davanti all’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW), Basam al-Sabaq.

Il funzionario siriano durante la sessione speciale della Conferenza degli Stati parti della Convenzione sulle armi chimiche (CWC) tenutasi a L’Aia , ha ricordato che dal 2011 Washington ha adottato ogni mezzo per rovesciare i governi della regione con una politica sovversiva basata sul caos e sulla distruzione.

Per raggiungere gli obiettivi di questa politica, la Casa Bianca ha anche manipolato i principi del diritto internazionale con l’uso costante di forum internazionali come l’OPCW. Gli Stati Uniti dopo aver visto fallire le sue cospirazioni in Siria, si so no focalizzati sulle armi chimiche contro Damasco e ha usato quell’organizzazione come veicolo per raggiungere i loro obiettivi.

Il 7 aprile scorso, gruppi terroristici, come hanno perso le loro posizioni vicini a Damasco nella regione di Guta orientale, hanno affermato, insieme con i paesi europei e gli Stati Uniti, che l’esercito siriano aveva commesso un attacco con armi chimiche in prossimità della città di Douma, anche se le accuse sono state categoricamente respinte dal governo siriano.

Con queste affermazioni, Al-Sabaq si è riferito in particolare ad un rapporto pubblicato a maggio 2018 nel quale il direttore generale della OPCW, Ahmet Uzumcu, ha messo in discussione il fatto che il presidente siriano Bashar al-Assad, avesse dichiarato tutto il suo arsenale chimico.

La Siria ha condannato con forza l’uso di armi chimiche da parte di chiunque, ovunque, in qualsiasi circostanza, nel frattempo, ha collaborato con il Segretariato tecnico dell’OPCW per formare una squadra di investigatori per indagare sulle denunce di alcuni stati che sponsorizzano il terrorismo in Siria.

via L’Antidiplomatico

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: