Privacy Policy

GENERALE IRANIANO: “ISRAELE MANIPOLA IL CLIMA E IMPEDISCE CHE LA PIOGGIA ARRIVI DA NOI”

(askanews) – Un generale iraniano ha praticamente accusato Israele, nemico giurato di Teheran, di “rubare” le nuvole per impedire le piogge nel suo Paese. Una curiosa affermazione subito smentita subito dal servizio metereologico nazionale come riportano media ufficiali locali.

“Il cambiamento climatico dell’Iran è sospetto”, ha detto il generale di brigata Gholam Reza Jalali, comandante della difesa passiva iraniana, in una conferenza nazionale sulla protezione delle persone, come ha riferito l’agenzia di stampa Isna proprio mentre l’Iran sta affrontando a un grave siccità. “L’interferenza straniera è sospettata di aver influito sul cambiamento climatico. I centri scientifici del paese hanno condotto uno studio su questo argomento e il loro risultato conferma” l’ipotesi, ha aggiunto l’ufficiale.

Secondo quanto riportato da Isna, “Israele e un altro paese della regione hanno squadre congiunte che lavorano per assicurare che le nuvole che entrano nel cielo iraniano non siano in grado di scaricare la pioggia”. “Oltre a questo, siamo di fronte a un fenomeno di furti di nuvole e di neve”, ha aggiunto il generale Jalali.

Secondo l’agenzia di stampa Isna, l’ufficiale ha citato “un’indagine quadriennale” che mostrebbe che oltre i 2.200 metri di altitudine tutte le aree montane tra l’Afghanistan e il Mediterraneo sono coperte di neve, tranne che in Iran.

Il generale Jalali “probabilmente ha documenti su questo argomento di cui non sono a conoscenza, ma sulla base delle conoscenze meteorologiche, non è possibile per un paese rubare neve o nuvole”, ha detto il direttore dell’istituto meteorologico nazionale, Ahad Vazife, citata sempre da Isna.

“Un paese non può rubare le nuvole, se così fosse, non ci sarebbe la polizia dell’acqua negli Stati Uniti perché gli americani ruberebbero nuvole da altri paesi e non avrebbero bisogno di una polizia dell’acqua”, ha aggiunto.

Negli Stati Uniti, la California ha istituito alcuni anni fa una “polizia dell’acqua” incaricata ad assicurare la conservazione delle risorse idriche di questo stato abituato alla siccità. Secondo Vazife, “l’Iran soffre di una prolungata siccità, e questa è una tendenza globale che non si applica solo all’Iran”. “Sollevare queste domande non solo non risolve nessuno dei nostri problemi, ma ci impedirà di trovare le giuste soluzioni”, ha affermato il direttore. (Fonte Afp)

Nel 2011

il presidente iraniano Mahmud Ahmadinejad aveva  accusato i “paesi europei” di aver messo a punto un piano per provocare la siccità in Iran e altri paesi della regione, secondo quanto scriveva  il quotidiano “Keyhan International”.

“Secondo alcuni rapporti sul clima, la cui autencità è stata verificata, i paesi europei hanno usato certi strumenti per provocare la caduta di pioggia dalle nuvole e impedire così che le nuvole che portano pioggia raggiungano i paesi della regione, tra i quali l’Iran”, avevv affermato Ahmadinejad durante la cerimonia per l’inaugurazione di una diga. Il presidente iraniano ha aggiunto che Teheran reagirà per vie “legali” a queste manovre.

via Nogeoingegneria

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: