Privacy Policy

Il Mossad conferma la collaborazione con i terroristi Mko

La famigerata agenzia di spionaggio israeliana Mossad ha apertamente riconosciuto di aver collaborato con il gruppo terroristico Mko, su un complotto per coinvolgere l’Iran in quello che sarebbe dovuto un attentato a Parigi. Il Mossad ha riferito di aver lavorato con le sue controparti belga, francese e tedesca per scoprire una presunta cellula che stava pianificando un attentato alla conferenza del 30 giugno scorso nella capitale francese organizzata dall’Mko.

Secondo il rapporto, la cellula era guidata da un presunto diplomatico iraniano con sede nella capitale austriaca di Vienna, da due cittadini belgi e un altro personaggio non meglio identificato. Tutti i sospettati, compreso il presunto diplomatico e sua moglie, sono stati arrestati e accusati di aver complottato l’attacco. L’evento Mko è andato avanti come da programma e ha visto la partecipazione di alcuni ex funzionari statunitensi, europei e sauditi, tra cui l’ex capo di spionaggio saudita, il principe Turki al-Faisal, che ha anche tenuto un discorso.

La rivendicazione del Mossad mette Israele al fianco dell’Arabia Saudita, che Teheran sostiene essere collusa con l’Mko fornendole un sostegno finanziario dallo scoppio della Guerra Imposta tra Iran e Iraq (1980-1988).

La presunta operazione del Mossad per proteggere l’Mko è avvenuta giorni prima della visita in Europa del presidente iraniano, Hassan Rouhani, per incontri con le sue controparti svizzere e austriache riguardanti l‘accordo nucleare del 2015. Il ministero degli Esteri iraniano ha anche confermato in una dichiarazione rilasciata ai media iraniani, che l’Mko sta cercando di danneggiare le relazioni tra Iran ed Europa.

La Repubblica islamica dell’Iran, come ha più volte annunciato, condanna e respinge ogni atto di violenza e movimento terroristico in qualsiasi parte del mondo e in tutte le sue forme”, ha dichiarato lo scorso 3 luglio il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Qassemi. Successivamente, sulla base di diverse prove raccolte, si è scoperto che i sospettati arrestati in Belgio sono membri del gruppo terroristico Mko, continua il funzionario iraniano, esprimendo la disponibilità dell’Iran a lavorare per chiarire gli aspetti reali di ciò che ha descritto come uno “scenario pre-programmato” contro la Repubblica Islamica.

di Giovanni Sorbello

Fonte Il Faro sul Mondo

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: