Privacy Policy

“Era per autodifesa”: Israele riconosce di aver fornito armi ai “ribelli” in Siria

Le dichiarazioni del generale Gadi Eisenkot farebbero parte di una nuova apertura informativa sulle attività dell’IDF contro l’Iran in Siria

Loading...

Il capo uscente delle Forze di Difesa Israeliane (IDF), il generale Gadi Eisenkot, ha riconosciuto per la prima volta che Israele ha fornito armi leggere ai gruppi “ribelli” in Siria lungo il confine durante i sette anni di guerra nel paese arabo, aggiungendo che era “per autodifesa”, durante un’intervista di domenica scorsa con il quotidiano The Sunday Times e rilanciata dal The Times of Israel.

Finora, Israele aveva riferito di aver fornito aiuti umanitari solo ai gruppi di opposizione siriani, rifiutando di commentare le notizie secondo cui aveva anche fornito loro armi.

Secondo il Times of Israel, le dichiarazioni del generale fanno parte di un ampio movimento all’interno dell’esercito israeliano e delle strutture di difesa, che deve essere più aperto riguardo alle attività dell’IDF contro l’Iran in Siria.

Bombardamenti “quasi quotidiani”

Domenica scorsa Eisenkot ha anche ammesso, in un’altra intervista con il New York Times, che il suo paese sta portando avanti da anni una campagna non dichiarata di attacchi “quasi quotidiani” contro l’Iran e i suoi rappresentanti nei territori di Siria e Libano.

Ha anche precisato che solo nel 2018 Israele ha lanciato circa 2.000 bombe su presunti obiettivi legati al paese persiano.

Sebbene i legami diretti tra i “ribelli”e i comandanti israeliani sia stati rivelati adesso, circolano voci da anni su legami militari stretti tra i gruppi armati che combattevano contro Damasco e il governo israeliano.

Lo scorso settembre, la rivista Foreign Policyha riferito che almeno 12 fazioni contrarie al governo di Bashar al Assad hanno ricevuto un sostegno significativo da parte di Israele, che in questo modo ha cercato di impedire sia ai guerriglieri sostenuti dall’Iran che ai terroristi dell’ISIS di subentrare nei territori che confinano con il confine israeliano.

Loading...

Fonte L’Antidiplomatico

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: