Privacy Policy

Grimoldi: “Come minimo dobbiamo espellere ambasciatore francese”

Lo scontro tra Francia e Italia si è riaperto dopo la convocazione dell’ambasciatrice italiana a Parigi.

Loading...

Ha reagito alla vicenda anche Paolo Grimoldi, vice presidente della Commissione Esteri della Camera e deputato della Lega. Secondo il deputato, sarebbe giusto espellere l’ambasciatore fracese a Roma, “in proporzione” alle loro azioni.

“Se la Francia si permette di convocare il nostro ambasciatore a Parigi solo per le battute delle ultime ore del vicepremier Di Maio allora noi, in proporzione, quando Macron e i suoi ministri la scorsa estate rovesciavano insulti e offese sul nostro Governo avremmo come minimo dovuto espellere il loro ambasciatore a Roma”, si legge nel post del deputato leghista su Facebook.

Loading...

Paolo Grimoldi ha anche rammentato le altre azioni non molto amichevoli della Francia. 

“Vorrei ricordare che a luglio il presidente francese Macron sentenziava che il Governo italiano aveva un atteggiamento cinico e irresponsabile chiudendo i suoi porti alla nave Aquarius della ONG Sos Mediterranee, peraltro una ONG franco-tedesca, e che i suoi ministri insultavano il nostro Governo, anche con espressioni come ‘vomitevole’.E vogliamo ricordare come si sono comportati i francesi a Ventimiglia e a Bardonecchia con le incursioni di uomini della loro gendarmeria armati oltre il nostro confine?”, ha concluso il vice presidente della Commissione Esteri della Camera.

Fonte Sputniknews

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: