Privacy Policy

MOSCA RIVELA: “WASHINGTON CERCA DI DISTRUGGERE L’ORDINE COSTITUZIONALE IN VENEZUELA”

MOSCA, Russia – Gli Stati Uniti stanno facendo del loro meglio per distruggere l’ordine costituzionale e cambiare il governo in Venezuela, ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Loading...

“Abbiamo visto (…) gli sforzi di Washington e dell’amministrazione [degli Stati Uniti] che concedono il massimo intento di cambiare l’ordine costituzionale in Venezuela”, ha detto il diplomatico al canale televisivo Rossiya.

Secondo Zakharova, nel caso di una guerra civile che inizi in Venezuela, il governo degli Stati Uniti dovrà spiegare al suo popolo e al popolo dell’America Latina “dove andranno i venezuelani”.

Loading...

Il rappresentante del ministero degli Esteri russo ha sottolineato che il flusso migratorio dei paesi dell’America Latina, di cui gli Stati Uniti sono presumibilmente così preoccupati di voler costruire un muro al confine con il Messico, “aumenterà più volte” in caso di conflitto in Venezuela.

La crisi venezuelana è peggiorata il 23 gennaio, dopo che Juan Guaidó, presidente dell’Assemblea nazionale, si è proclamato presidente del paese.

Il capo di stato venezuelano Nicolás Maduro, che è entrato in carica il 10 gennaio, ha descritto la dichiarazione di Guaidó come un tentativo di colpo di stato e ha incolpato gli Stati Uniti per averlo orchestrato.

Washington ha certificato l’autorità di Juan Guaidó per controllare alcuni beni detenuti dalla Fed (banca centrale statunitense) o da qualsiasi altra banca con sede negli Stati Uniti.

L’analista e docente internazionale Arturo López-Levy ha spiegato come queste misure intendono cambiare la situazione nel paese, dove “il più grande perdente sarà il popolo venezuelano”.

“Nessuno sa cosa faranno con questi soldi, il che è chiaro che non sarà usato per migliorare la situazione economica del paese. Fino a quando l’opposizione non sarà controllata dall’ordine pubblico, si può affermare che l’assenza di questo denaro renderà la situazione economica più difficile “, ha affermato.

Secondo il professore, la “struttura parallela” di Guaido trarrebbe beneficio solo da questo nuovo potere economico. Potrebbe essere usato per sostenere le proprie strutture, per pagare ambasciate straniere o “lobbisti che rafforzano la loro posizione nell’Unione europea, negli Stati Uniti e in alcuni paesi dell’America Latina”.

Tuttavia, secondo l’esperto, la situazione economica del paese potrebbe essere più colpita, il che “cambia il panorama in peggio”.

Allo stesso tempo, l’esperto ha dato una valutazione positiva alla proposta fatta dal Messico e Uruguay dei loro governi di mediare nel processo di risoluzione pacifica della crisi venezuelana:

“Gli Stati Uniti e il Regno Unito, a loro volta, hanno tagliato il traguardo dell’ipocrisia sostenendo un programma insurrezionale”, ha affermato.
Washington non si fa scrupoli di fomentare una guerra civile nel paese per raggiungere le sue finalità di cambio di regime. 

Fonte: FRN

Da controinformazione

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: