Privacy Policy

VENEZUELA: SEQUESTRO CARICO DI ARMI DA GUERRA PROVENIENTI DA MIAMI

Le autorità di Caracas hanno sequestrato una serie di armi da guerra che provenivano dagli Stati Uniti, presumibilmente destinate ad equipaggiare gruppi di terroristi e sabotatori nel pieno del tentativo golpista che si sta verificando nel paese.


Il Ministero dell’Interno del Venezuela ha segnalato il martedì attraverso Twitter l’avvenuto sequestro e incameramento di armamento bellico proveniente da Miami (USA) nell’Aeroporto Internacional Arturo Michelena, ubicato nella città venezolana di Valencia, nello Stato Carabobo.
Il viceministro della Prevenzione e Sicurezza, Endes Palencia, ha spiegato che, oltre a munizioni di alto calibro, tra gli articoli sequestrati ci sono 19 fucili automatici, 118 caricatori da fucile, 90 antenne radio e 6 telefoni mobili.
Palencia ha aggiunto che si è dato incarico alla Fiscalia (Procura) di continuare con le indagini e indviduare i gruppi terroristi che pretendono di attentare alla pace ed alla sicurezza del popolo venezolano.

L’armamento è stato trovato nel magazzino di stoccaggio dell’aeroporto e, secondo i rapporti, era stato fatto entrare nel paese nella domenica 3 di Febbraio a bordo di un Auirbus N881YV.
Il Governo nazionale ha informato le autorità venezolane, è stato rinforzato il lavoro di sicurezza nei porti, nei terminali aerei, nelle zone di dogana e altri spazi del paese per “garantire l’l’indipendenza la sovranità e la libertà”.

Il Venezuela sta attraversando giornate di grande turbolenza dopo che, il passato 23 Gennaio, Juan Guaidò, presidente dell’Assemblea Nazionale (AN) del paese- dichiarata sospesa nel 2016 e controllata dall’opposizione.-si era autoproclamato in forma incostituzionale come “presidente a interim” del paese, con l’appoggio degli Stati Uniti.
Nell’immediato il Governo di Washington ha lo ha riconosciuto ed ha emesso un comunicato di appoggio ai golpisti in cui segnalava che “tutte le opzioni sono sul tavolo, uncluso l’intervento militare”.
L’Agenzia statunitense The Associated Press (AP) ha pubblicato una informativa secondo cui il tentativo di golpe di Guiaidò sarebbe stato predisposto in viaggi segreti fatti da questi negli USA, in Colombia ed in Brasile, contando con l’appoggio personale del presidente nordamericano Donald Trump.

Fonte: Hispan Tv

Traduzione: Alejandro Sanchez

Tratto da controinformazione

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: