Privacy Policy

Ambasciatrice israeliana convocata in Polonia dopo un articolo sui polacchi del Jerusalem Post

L’ambasciatrice Anna Azari è stata chiamata dal Ministero degli Esteri della Polonia per le pubblicazioni del giornale israeliano sull’Olocausto, riferisce il dipartimento.

Loading...

“L’ambasciatrice di Israele Anna Azari è stata chiamata al Ministero degli Esteri per chiarimenti in relazione all’articolo del giornale Israeliano che riguarda le dichiarazioni del Primo Ministro di Israele”, si legge nel messaggio.

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu giovedì ha commentato la legge polacca che prevede responsabilità per l’accusa al popolo polacco dei crimini dell’Olocausto.

Loading...

“I polacchi hanno collaborato con i nazisti e non conosco nessuno che sia mai stato condannato per aver detto questo”, ha detto Netanyahu a dei media israeliani. Il quotidiano Jerusalem Post a sua volta ha scritto che il primo ministro israeliano ha parlato della cooperazione con i nazisti non “di alcuni polacchi”, ma “del popolo polacco”.

In precedenza, Azari ha già parlato dell’accaduto. “Le informazioni fornite dal Jerusalem Post sulla dichiarazione del primo ministro Netanyahu non sono vere. Ho assistito alla conferenza stampa del primo ministro, e non ha detto che la nazione polacca ha collaborato con i nazisti, ma solo che nessuno è stato convocato in tribunale tra quei polacchi, che hanno collaborato con loro”, ha detto l’ambasciatrice. 

Fonte Sputniknews

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: