Privacy Policy

Gli Haitiani bruciano la bandiera americana e chiedono aiuto alla Russia

Di Fort Russ News

Loading...

Traduzione di Mondo Informazione Geopolitica

Come riportato dal Journal de Montreal, ad Haiti, un gruppo di persone ha protestato contro l’alleanza degli Stati Uniti e ha chiesto aiuto a Mosca, Caracas e Pechino per risolvere la crisi del Paese.

Loading...

“Affermiamo che stiamo decisamente rompendo con gli Stati Uniti, non supportiamo più l’occupazione americana, non possiamo vivere così”, ha detto il leader del gruppo di manifestanti, Bronson.

Circa 200 manifestanti a Port-au-Prince, capitale di Haiti, hanno dichiarato che il presidente del paese, Jovenel Moise, è stato messo al potere dagli Stati Uniti. Gli haitiani hanno bruciato la bandiera americana, gridando “Out Americans, Long Live Putin!”.

La polizia è stata costretta a usare gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Haiti si trova in una profonda crisi politica dal 7 febbraio. Gli haitiani, furiosi per l’inflazione e la corruzione nella pubblica amministrazione, vogliono le dimissioni del presidente Jovenel Moise, accusando il suo governo di non riuscire a rispondere alle esigenze dei cittadini e di portare a un peggioramento le condizioni di povertà.

Nonostante le dimostrazioni, Moise ha annunciato che non intende lasciare il posto. Dal 7 febbraio, sette persone sono state uccise in manifestazioni che hanno paralizzato le principali città del paese.

A causa delle rivolte, il governo degli Stati Uniti ha annunciato il ritiro dei suoi funzionari dal paese e il Canada ha ordinato la chiusura temporanea della sua ambasciata.

Il Dipartimento di Stato americano ha dichiarato di aver ordinato il ritiro del personale diplomatico “non di emergenza” e i membri delle loro famiglie da Haiti, in mezzo a violente agitazioni nella nazione caraibica.

Ha inoltre consigliato ai cittadini statunitensi di non recarsi nel paese a causa di crimini e disordini, affermando che la capacità del governo degli Stati Uniti di fornire servizi di emergenza ai cittadini statunitensi ad Haiti è limitata.

La dichiarazione ha menzionato frequenti casi di proteste, bruciature di pneumatici, blocchi stradali e episodi di violenza ad Haiti, inoltre ha fatto notare che la polizia locale e i medici non hanno risorse per affrontare efficacemente la situazione.

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: