Privacy Policy

Venezuela, sull’orlo di diventare un’altra Siria?

di AltMarket

Loading...

Le élite dell’establishment hanno sempre avuto una predilezione per i cambi di regime. Ovviamente, questa strategia aiuta a eliminare gli Stati nazionali che potrebbero non essere collaborativi con i loro piani futuri: un ordine economico e politico globale pienamente centralizzato. Abbiamo anche assistito a cambiamenti di regime quando gli ex leader fantocci, si fanno beffe e rifiutano di seguire la sceneggiatura che hanno ricevuto da chi li ha aiutati a legittimare il potere. Molti di questi uomini hanno agito come dittatori e non sono figure pubbliche molto empatiche, quindi raramente ci importa quando vengono rovesciati o uccisi. Detto questo, ci sono sempre più ampie implicazioni in tali eventi.

Credo che le ragioni del cambiamento di regime e della destabilizzazione di determinati paesi si siano evolute negli ultimi anni. In passato si trattava di portare ogni paese sotto il nuovo ombrello mondiale. Oggi, l’obiettivo sembra essere un tentativo di creare punti di contesa globale. Vale a dire, le élite vogliono attirare gran parte del mondo in varie forme di conflitto, e stanno usando regioni speciali del globo come punti nevralgici per questi conflitti.

Loading...

La Siria era ed è ancora uno di quei punti nexus. La trasmutazione della Siria iniziò come un’estensione della primavera araba. I golpe finanziati e organizzati dall’occidente in Tunisia, Libia ed Egitto hanno ispirato ancora più estremismo e un vasto flusso di armamenti del mercato nero. La CIA sotto l’amministrazione Obama in particolare ha approfittato di questo caos per riempire i campi di addestramento in Giordania con “ribelli moderati”, gli stessi ribelli che avrebbero continuato a lanciare l’ISIS e iniziare una guerra civile in Siria.

Mentre il programma da miliardi di dollari per armare e rifornire i gruppi ribelli siriani, molti dei quali strettamente legati all’ISIS, è stato finalmente “ufficialmente concluso” sotto l’amministrazione Trump, è continuato il sostegno segreto degli Stati Uniti per questi gruppi, e il sostegno alle incursioni israeliane nel spazio aereo siriano, sovrano.

La Siria ha avuto il potenziale per attirare più nazioni in prossimità ravvicinata e ostile tra loro, compresi Stati Uniti, Russia, Israele e Iran. Questo non è stato un errore, è stato del tutto intenzionale.

Avevo avvertito del potenziale sfruttamento della Siria come un punto di contesa globale per anni prima che la vera insurrezione si verificasse a causa delle singolari alleanze militari nella regione. L’unica ragione per cui la Siria non è ancora stata sfruttata al massimo delle sue potenzialità è l’esposizione effettiva della cospirazione da parte dei media alternativi. L’establishment spinge ad usare le truppe americane per aiutare gli estremisti dell’ISIS a rovesciare la presidenza di Bashar al-Assad. I media mainstream hanno ritrattato originariamente i gruppi ISIS come ribelli coraggiosi e puliti che lottano per la libertà. Ciò si è concluso dopo che i media alternativi hanno invaso la rete con prove di genocidio e atrocità commesse dai ribelli.

Se le truppe americane non fossero state scoperte in un coinvolgimento ancora più profondo in Siria, oltre ad aiutare l’ISIS a rovesciare Assad, questo avrebbe potuto potenzialmente spingerci a uno scontro diretto con la Russia o l’Iran o con entrambi. 

Coloro che non hanno familiarità con il concetto del Paradosso Falso Est / Ovest probabilmente non saranno in grado di capire perché l’establishment VOGLIA minare deliberatamente la posizione geopolitica o economica dell’America. Una volta compreso che sia la Cina che la Russia mantengono stretti legami con il quadro globalista e che rappresentano una falsa opposizione al “nuovo ordine mondiale”, la realtà della situazione diventa più chiara.

Raccomando il mio articolo “In The New” Multipolar World “I Globalists controllano ancora tutti i giocatori per fatti e prove su questa dinamica. La destabilizzazione ingegnerizzata degli Stati Uniti e di parte dell’Europa e l’ascesa dell’est, mirano a rimuovere l’attuale modello economico delle nazioni sovrane e delle valute guidate dal dollaro USA come riserva mondiale. Ciò lascerebbe un bel vuoto nella struttura economica globale, un vuoto che le élite pianificano di riempire con un nuovo sistema monetario centralizzato mondiale.

Questo sistema, gestito dal FMI, è stato apertamente supportato dai governi cinesi e russi. L’illusione che l’Oriente sia in qualche modo contrario al NWO si scioglie quando esaminiamo le loro alleanze di lungo periodo con la cabala bancaria, così come i programmi del FMI che l’Est ora detiene. Ma come fanno le élite a fare in modo che le masse si accompagnino a un cambiamento così storico e doloroso nell’architettura economica globale?

Dal mio punto di vista, gli scontri nelle regioni di confluenza come la Siria sono destinati a condurre alla guerra mondiale; non nella forma di una guerra nucleare, ma nella forma di una guerra economica a spettro completo e di guerre regionali più piccole. C’è un’altra nazione al di fuori della Siria che ho anche avvertito da molti anni come un potenziale nesso, o quello che le élite potrebbero definire una “chiave di volta”. Quella regione è il Venezuela.

Nel mio articolo “Come un collasso in Venezuela potrebbe scatenare la legge marziale negli Stati Uniti” , ho delineato come la struttura socialista del Venezuela in particolare, fosse ormai instabile e che la minima spinta potesse far crollare l’intero paese. Il Venezuela si è effettivamente schiantato economicamente al punto che la legge marziale è l’unico pilastro che tiene insieme il sistema.

Ho anche avvertito che il crollo del Venezuela potrebbe diffondersi nei paesi circostanti, già indeboliti dall’incertezza fiscale e dal debito. Un simile collasso in Sud America coincide in modo piuttosto strano con lo scenario descritto in Operation Garden Plot e Rex 84 , un piano segreto del Pentagono esposto durante l’affare Iran / Contra che userebbe le migrazioni di massa dall’America del Sud o Centrale come razionale per applicare le misure di legge marziale all’interno gli Stati Uniti.

Negli ultimi mesi, tuttavia, l’ amministrazione Trump ha aggiunto una nuova dimensione al problema . L’espansione delle sanzioni contro il Venezuela sta aggiungendo il fuoco alle fiamme del collasso economico. Con una posizione ancora più aggressiva contro Nicolas Maduro che include possibili azioni militari, la prospettiva di un diretto colpo di stato guidato dagli Stati Uniti è ora sul tavolo.

Si potrebbe pensare che se il governo degli Stati Uniti volesse un crollo del Venezuela, tutto ciò che avrebbero dovuto fare è sedersi e aspettare. Ma a quanto pare il paese non stava crollando abbastanza velocemente per le élite. La mia teoria: l’obiettivo è creare un’altra Siria, ma questa volta molto più vicina ai confini USA.

Il Venezuela ha stretti legami non solo con la Russia, ma anche con la Cina. I legami militari del Venezuela con la Russia sono ben noti. I loro militari sono riforniti ancora oggi dalla Russia, e la Russia è stata molto esplicita nella loro opposizione a qualsiasi coinvolgimento militare statunitense nella regione.

Sia la Cina che la Russia continuano a sostenere Nicolas Maduro come presidente del Venezuela di fronte all’opposizione del leader dell’Assemblea Juan Guaido. Gli Stati Uniti e un certo numero di nazioni europee sostengono Guaido. La domanda è: fino a dove arriverà il confronto in Venezuela?

Il coinvolgimento degli Stati Uniti nell’America del Sud e Centrale non dipinge un quadro grazioso. I colpi di stato di Reagan in paesi come El Salvador nel nome dell’arresto del comunismo hanno creato non solo la guerra civile, ma anche l’installazione di più dittatori e regimi violenti (consultare gli squadroni della morte della Mano Bianca in El Salvador per i dettagli più brutti). Non a caso, abbiamo anche visto l’uso di squadroni della morte e di estremisti nella destabilizzazione della Siria.

Trovo interessante che gli estremisti di sinistra come Ilhan Omar siano improvvisamente interessati a esporre la natura subdola di tali tattiche. Rimangono decisamente tranquilli sullo stesso tipo di sovversione in Siria, e spingono aggressivamente per una presenza americana lì. Il mio sospetto è che questo potrebbe essere un tentativo per ottenere un sostegno conservatore, per un colpo di stato guidato dagli Stati Uniti in Venezuela. 

Ma in questo caso, l’amministrazione Trump è altrettanto insidiosa quanto gli attivisti di sinistra nelle sue attività, e il sostegno a un tale colpo sarebbe un affronto ai veri principi conservatori.

Va notato che l’armamento e l’addestramento degli insorti in Siria sono iniziati sotto copertura. All’epoca era etichettato come “aiuto umanitario” . In Venezuela, gli Stati Uniti stanno ancora offrendo “aiuti” al popolo del Venezuela e al partito di opposizione.

L’establishment non è generalmente molto creativo nelle loro tattiche; usano semplicemente gli stessi metodi più e più volte perché storicamente in percentuale superiore vanno a buon fine rispetto ai fallimenti.

Se questa dinamica si ripresenta in Venezuela, prevedo una risposta economica immediata e aggressiva da parte della Russia e della Cina, tra cui ancora un altro scusa per la Cina di svuotare le sue riserve del Tesoro USA e riserve in dollari, uccidendo efficacemente lo status di riserva mondiale del dollaro. 

Non dovrebbe essere considerata una coincidenza che la situazione con il Venezuela si è accelerata nello stesso momento in cui le tensioni tra Stati Uniti, Cina e Russia stanno crescendo. 

Aggiungere ancora un altro conflitto regionale simile alla Siria in cima alla guerra commerciale, significa aumentare il potenziale per una “terza guerra mondiale”. Se si continua a consentire i loro gioco, si fornisce più copertura per il “reset globale” e il passaggio a un modello economico mondiale. Non solo, ma un’epidemia di collasso in Sud America potrebbe portare a vaste carovane migratrici che sciamano verso il confine sud degli Stati Uniti ben oltre ciò quello che abbiamo già visto. Come descritto da Operation Garden Plot, questo sarebbe inevitabilmente usato come una giustificazione per le misure della legge marziale.

loading...
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: